caldaia per risparmiare

La crisi energetica e i rincari in bolletta ci portano a dover prestare molta più attenzione ai consumi del gas.

Nei mesi più freddi, utilizziamo molto di più l’impianto di riscaldamento per mantenere una temperatura ottimale all’interno degli ambienti, esistono però dei trucchi con i quali è possibile impostare al meglio la caldaia e ottimizzarne il funzionamento.

Impostando correttamente la caldaia è possibile ridurre i consumi del 6-9%, senza dover rinunciare al tepore all’interno degli ambienti di casa.

Come prima cosa è importante ricordare che le caldaie a condensazione sono le migliori per ciò che riguarda il risparmio energetico ed economico, oltre che per l’ecosostenibilità.

Questo perché, le caldaie a condensazione recuperano il calore generato dai fumi di scarico e lo utilizzano per riscaldare acqua all’interno dell’impianto. Un sistema che permette di risparmiare del gas. Scopri di più sulle caldaie a condensazione.

Vediamo come fare per impostare correttamente la caldaia e altri consigli utili per ridurre i consumi.

Tenere la caldaia sempre accesa

Spegnere la caldaia comporta un consumo maggiore, dovuto al fatto che alla riaccensione avrà bisogno di più tempo, circa 2-3 ore, per raggiungere nuovamente la temperatura impostata per riscaldare l’abitazione.

Lasciarla accesa permette di mantenere una temperatura costante in casa, con conseguente riduzione del consumo di gas.

Per questo motivo, non va spenta nemmeno di notte. La caldaia lavorerà a potenza minima e la mattina sarà già pronta.

Impostare una temperatura costante

È consigliato impostare la caldaia a una temperatura tra i 18 e i 20°C, che assicura negli ambienti, un clima piacevole.

Durante l’inverno, è possibile comunque mantenere questa temperatura, avendo l’accortezza di indossare qualcosa di più pesante in casa. Bisogna tener conto che per ogni grado in più impostato, viene stimato un consumo di gas aggiuntivo di circa il 4%.

Installare valvole termostatiche

Le valvole termostatiche permettono di regolare il consumo di acqua calda all’interno dei termosifoni. Nei vecchi termosifoni sono comunque presenti, ma potrebbero essere poco efficienti e manuali.

È consigliato sostituirle con valvole termostatiche moderne, utili a monitorare i consumi e a risparmiare fino al 15%. Più in generale, l’uso corretto delle valvole termostatiche consente di ottenere un risparmio in bolletta tra il 15% e il 30% dei consumi.

Utilizzare un termostato

Il termostato o cronotermostato è un dispositivo obbligatorio per legge, si tratta di un sistema di termoregolazione che permette di stabilire quale temperatura deve esserci all’interno dell’abitazione e in che modo deve lavorare la caldaia per mantenerla.

I modelli più moderni e avanzati permettono anche di regolare temperature diverse per ogni stanza, in questo modo è possibile abbassare i gradi in quelle meno frequentate durante il giorno e risparmiare gas ed energia.

Impedire la dispersione di calore

È un aspetto molto importante e non va sottovalutato. Impostare correttamente la caldaia e ridurre la temperatura in casa non basta, se gli infissi lasciano entrare gli spifferi e aria fredda dall’esterno.

È necessario installare infissi per il risparmio energetico, che siano isolanti e impediscano la dispersione del calore dagli ambienti.

Come risparmiare impostando la temperatura dei termosifoni e dell’acqua calda

Anche l’impostazione della temperatura dell’acqua calda sanitaria impatta sui consumi, trovare la giusta regolazione, permette di risparmiare energia.

Una temperatura ottimale è quella compresa tra i 45° e i 55°C, che assicura acqua calda piacevole, ma senza esagerare. Del resto, quando la temperatura è troppo alta, l’acqua va raffreddata miscelando quella fredda dal rubinetto. Questa operazione può essere evitata impostandola sui 50°C.

I termosifoni devono essere abbastanza caldi per riscaldare le stanze, ma cercando di evitare gli eccessi. La temperatura ottimale dell’acqua nei termosifoni è compresa tra i 60 e gli 80°C. Se il riscaldamento è a pavimento, per ottenere una temperatura gradevole all’interno degli ambienti bisogna impostarla tra i 40° e i 50°C.

Manutenzione della caldaia per consumare meno gas ed energia

Oltre a impostare la caldaia seguendo alcuni accorgimenti, accertarsi del suo corretto funzionamento è fondamentale per tenere sotto controllo i consumi.

Bisogna prestare attenzione agli interventi di manutenzione alla caldaia, che vanno effettuati con una certa periodicità. Vediamo nel dettaglio come comportarsi:

  • Fare manutenzione alla caldaia almeno una volta all’anno
  • Contattare solo dei tecnici qualificati per verificare lo stato della caldaia

Controllare annualmente la caldaia permette di beneficiare di alcuni vantaggi ed evitare che si verifichino guasti o malfunzionamenti.

Nello specifico, bisogna contattare un tecnico della caldaia per:

Prevenire guasti

La manutenzione ordinaria della caldaia riguarda la pulizia dell’impianto, ma anche il controllo di tutti i suoi componenti per la verifica che tutti funzioni correttamente.

È quindi molto importante che a fare il controllo sia un tecnico esperto. Una cattiva manutenzione può portare alla comparsa di criticità più importanti che comportano ulteriori spese.

Aumentare il ciclo di vita della caldaia

Una caldaia sottoposta regolarmente alla manutenzione annuale può durare anche oltre 20 anni, senza perdere di prestazioni. Quando si acquista una nuova caldaia bisogna preferire l’efficienza e la qualità al risparmio economico, scegliendo un prodotto di buon livello e fattura.

I componenti, se puliti e revisionati periodicamente, assicurano un ciclo vita molto più lungo alla caldaia.

Risparmio energetico

La manutenzione della caldaia contribuisce a un miglior rendimento e, di conseguenza, al risparmio energetico. Un perfetto funzionamento dello scambiatore di calore e dello scambio termico, si traduce in ottime prestazioni energetiche e una riduzione dei consumi e della bolletta.

Come Calemacasa può aiutarti a risparmiare sui consumi?

Sappiamo come in questo periodo sia difficile gestire i consumi energetici, il nostro team è a tua disposizione per verificare lo stato della caldaia, effettuare manutenzione ordinaria e straordinaria e aiutarti a impostarla in maniera ottimale per risparmiare.

Se hai una vecchia caldaia puoi prendere in considerazione la sostituzione con una caldaia a condensazione che ti permette di ridurre consumi e costi in bolletta.

Contattaci e chiedici una consulenza gratuita, ci occupiamo di installazione e manutenzione di caldaie a Lecce, Brindisi, Taranto e in tutta la Puglia. Possiamo aiutarti a trovare la migliore soluzione per le tue esigenze.

Il sito utilizza cookies, anche di terze parti. Cliccando su ACCETTA, acconsenti all’uso dei cookies. Per negare il consenso, clicca RIFIUTA. — Policy privacyInformativa cookies